Sarteano

Sarteano

Sarteano si trova  nel cuore dell’Italia, a metà strada tra Firenze e Roma e raggiungibile in dieci minuti dal casello dell’autostrada del sole. In un paesaggio che coniuga la bellezza aspra e selvaggia dell’incontaminata Val d’Orcia a quella della popolosa Val di Chiana, rappresenta però un’isola per l’aria pura, il silenzio, la biodiversità, la ricchezza archeologica, la vocazione all’ospitalità, la presenza di un’acqua ipotermale che sgorga a 24 gradi. Tra le principali cose da vedere troviamo il Castello costruito intorno al Mille e ristrutturato dai senesi quattro secoli più tardi sovrasta,dall’alto dei suoi 573 metri s.l.m. il centro di Sarteano, ricco di monumenti come la Collegiata di San Lorenzo, eretta nel XII secolo con materiali di recupero d’epoca romana e la chiesa di S. Martino, riadattata in stile neoclassico nel 1841 dove è conservata l’Annunciazione di Domenico Beccafumi. Da non perdere anche il Museo civico archeologico ospitato nelle sale del cinquecentesco Palazzo Gabrielli, dove è possibile ammirare reperti che illustrano le testimonianze dell’occupazione umana nel territorio di Sarteano dal IX al I secolo a.c., con particolare riferimento alla civiltà etrusca. Ma il sito più famoso e universalmente noto è rappresentato dalla Tomba della Quadriga Infernale, il cui eccezionale rinvenimento, avvenuto nell’ottobre 2003 nella monumentale necropoli delle Pianacce, a poca distanza dal centro di Sarteano, ha costituito una delle scoperte più significative nel campo dell’etruscologia degli ultimi decenni.

Eventi storici

Come arrivare a Sarteano