Il MAC (Museo Civico Archeologico di Chianciano Terme ) si trova all’interno di un ex granaio dell’800 e colpisce sia per la ricchezza degli oggetti esposti che per il curato allestimento. E’ stato definito come una mostra completa sulla civiltà etrusca e infatti la visita è suddivisa per aree tematiche che permettono al visitatore di ripercorrere quelli che sono i principali aspetti della vita e della morte degli antichi etruschi. All’interno è possibile ammirare la più importante collezione di canopi al mondo. Nel corridoio interrato e nel piano  Le statue allegoriche rappresentano il tema dell’alba, si ipotizza che nell’acroterio sinistro fosse raffigurata Selene, la luna, nell’atto di scomparire e l’Aurora ( Thesan ) abbagliata dal sopraggiungere del sole. Sempre in questo piano è possibile vedere la ricostruzione fatta di alcuni ambienti di una fattoria etrusca del II sec. a. C. Al secondo piano il visitatore può capire, attraverso una ricostruzione, in che modo avveniva il consumo dei pasti nell’antichità. Sono qui inoltre esposte alcune testimonianze archeologiche di scavi effettuati in territorio comunale dove negli anni ‘90 è stato rinvenuto un impianto termale.Il museo documenta inoltre anche lo sfruttamento delle ricche sorgenti di Chianciano in età romana.